home chi siamo predicazioni missione
banner
 
arrow Predicazioni
arrow Studi Biblici
arrow Testimonianze
arrow Predicatori Ospiti

 

Guida rapida agli aggiornamenti

sos

 

 

Dire NO! Alla pressione sessuale

 

 

Quali sono le ragioni che diamo agli adolescenti affinché si astengano dalle relazioni prematrimoniali? C’è una ragione basica, Dio ce lo proibisce. Ma oltre a questo, Dio ci ha dato numerose ragioni per ubbidire al suo comandamento ed è importantissimo conoscerle.

Perché aspettare?

Abbiamo 8 buone ragioni per dire ad un adolescente “aspetta!”.

4 sono beneficio e le altre 4 sono conseguenze.

BENEFICI.

  1. L’aspettare favorisce e costruisce una relazione più personale che fisica. Tutti desideriamo una relazione d’amore intima e il sesso è l’espressione fisica di questa relazione. Pero è solo un riflesso d’intimità, non è la causa. Quando il sesso è messo al primo posto invece della relazione personale, questo non permette che il vero amore si sviluppi.
  2. L’aspettare fa crescere il carattere. Il sesso è disegnato per essere sperimentato tra due persone sposate, costruito sull’autocontrollo, la disciplina, la sensibilità, la pazienza, il compromesso, la fiducia e la fedeltà. Quando sei governato da queste qualità permetti alla coppia di vivere e gioire di una grande e profonda intimità e unità. Questo permetterà d’avere continuità e soddisfazione nella relazione e nel matrimonio.
  3. Aspettando assicuri una relazione affidabile. La fiducia è fondamentale per il matrimonio. Quando uno sposo o una sposa sa che l’altro ha aspettato, si fortifica il fattore di fiducia. Si! un uomo o una donna può aspettare fino al matrimonio per consumare il sesso, c’è una sicurezza in più che lui o lei rimarrà fedele dopo il matrimonio.
  4. L’aspettare costruisce una buona autostima. L’aspettare sviluppa il carattere e, quando l’adolescente vede che questo succede, la sua auto-immagine migliora.

CONSEGUENZE

  1. Non aspettare significa avere ricordi con cui lottare. Una delle grandi abilità della nostra mente è la sua capacità di ricordare. È cosi che i ricordi d’esperienza sessuale passati ritornano a girare nella mente come “fantasmi sessuali”. Decine di giovani mi hanno raccontato di come lottavano contro la paura del comparare, il relazionare il presente con il funzionamento sessuale della coppia passata. In molti casi, questo ha distrutto relazioni. Possono ritornare anche anni più tardi, burlandosi della relazione salutare o del matrimonio, “questi fantasmi possono ritornare.”
  2. Il non aspettare distrugge l’autostima. La colpa e il risentimento accompagna generalmente le relazioni prematrimoniali. E questo devasterà l’autostima di una persona giovane.
  3. Il non aspettare significa la possibilità di una gravidanza. Questa gravidanza non pianificata causa sofferenza alla ragazza, al ragazzo, ai genitori e al bambino.
  4. Ci sono altre 34.000 ragioni per aspettare. Questo è il numero delle nuove malattie che si possono trasmettere sessualmente. Le conseguenze di queste malattie include dolore fisico, danni celebrali ai neonati, sterilità e morte. INSEGNA IL CONTESTO DEL POSITIVO Sempre che Dio emette un comandamento negativo come “Aspetta”, lo fa con due motivi positivi: proteggerci e provvedere per noi. Lui sa che se il sesso sarà importante, dovrà essere sperimentato dentro un certo contesto. Le sue leggi, restrizioni e comandamenti stabiliscono i benefici e la guida che definisce l’amore, la relazione e il matrimonio nella sua massima espressione. È liberatore sapere che la motivazione del perché Dio proibisce alcune cose è per proteggerci da influenze distruttive e provvedere di tutto ciò di cui abbiamo bisogno nell’ ambito fisico, emozionale e spirituale. Il re Davide è un esempio di come, violare i comandamenti morali di Dio, trassero dolore al cuore. Dopo che Davide commise adulterio, Dio disse: “Io ti ho unto re d’Israele e ti ho liberato dalle mani di Saul, ti ho dato la casa del tuo signore e ho messo nelle tue braccia le donne del tuo signore; ti ho dato la casa d’Israele e di Giuda e, se questo era troppo poco, vi avrei aggiunto anche dell’altro.” (2 Samuele 12: 7,8) Nonostante questo Davide “credette poca cosa” la provvidenza di Dio e trattò di soddisfare le sue necessità a modo suo. Questo risultò in morte, violazione, cospirazione e disturbo. Ma nonostante questo, la misericordia di Dio era evidente. Nel salmo 37:4,5 Davide esprime come imparò poi a confidare in un Dio amoroso che desiderava provvedere, e che era capace di farlo con ogni sua necessità e proteggerlo dal male. Cosi è possibile spiegare all’adolescente le ragioni che sono dietro le restrizioni di Dio. Non ti sorprendere se si arrabbia con te. La maggioranza crede che “sa quello che è meglio” per la sua vita, ma tu mantieniti fermo. Prima o poi, il punto principale verrà capito: che tu lo ami, e che i limiti del tuo amore, che provengono da un Dio amoroso, sono per proteggerlo e provvedere per lui.

 

STUDI BIBLICI

 
 

 

Chi siamo | Predicazioni | Coro | Eventi | Contatti |